Ristoranti

LA NOSTRA CUCINA

La grande cucina italiana ha una nuova dimora sul lago

Cosa succede in un Grand Hotel sul lago di Como, con piscine, terrazze, spiaggia, e poi fascino nell’aria dappertutto? Le tentazioni si moltiplicano. Nasce così un ventaglio di proposte che ogni anno si rinnova, e cresce, e seduce gli Ospiti (che anche per questo continuano a tornare…).

IL NOSTRO CHEF

Osvaldo Presazzi dirige con passione la cucina del Grand Hotel Tremezzo, portando in tavola ogni giorno la sua filosofia: protagonisti i prodotti del territorio e la genuinità dei sapori locali, da reinventare con creatività e leggerezza in tante ricette che variano sul filo delle stagioni.

Arrivato a Tremezzo nel 1990, dal 1992 Osvaldo Presazzi è Primo Cuoco dei ristoranti dell’albergo, con grande soddisfazione dei nostri Ospiti, a cui sempre più spesso si aggiungono curiosi gourmet e nuovi commensali sempre più esigenti. Negli ultimi anni, l’esperienza del nostro Primo Cuoco si è arricchita con un ghiotto menù di stage e scambi professionali con prestigiosi ristoranti di alberghi di lusso internazionali: come “Les Ambassadeurs” dell'Hotel de Crillon a Parigi e “Il Teatro” dell'Hotel Four Seasons a Milano. Insieme con Christian Willer, Chef de “La Palme d'Or”, il celeberrimo e celebrato ristorante dell'Hotel Martinez a Cannes, qualche anno fa ha organizzato una settimana dedicata alla promozione della gastronomia italiana nella Riviera francese.

Quest’anno Osvaldo Presazzi orchestra una équipe di 15 cuochi, entusiasti all’idea di dare il meglio di sé nella nuova collaborazione con il Maestro Gualtiero Marchesi. Una sfida che sedurrà ogni palato.

 

IL MAESTRO MARCHESI

Lombardo, cosmopolita, fantasista irriverente e instancabile pioniere, Gualtiero Marchesi è lo Chef che più di ogni altro ha contribuito all’evoluzione della cucina italiana e alla sua popolarità nel panorama internazionale. Ha disegnato piatti entrati nella storia, ha creato luoghi da premio che sono diventati crocevia dei gourmet, ha fatto della ricerca e della sperimentazione i suoi strumenti chiave… Ma soprattutto – musicista e da sempre appassionato di arte – come pochi altri Maestri di Cucina, Gualtiero Marchesi ha innalzato la gastronomia a livelli di sapienza e di autentica arte, fondendo con creatività la forza espressiva e il gusto per l’avanguardia, e riuscendo a realizzare il suo progetto: “è ora di rivoluzionare le portate, la presentazione, la carta dei vini. Questo è un momento fondamentale, è la rivoluzione culinaria postmusicale!”.

Goloso di vita e mai sazio d’innovare, apprendere, condividere e insegnare, in oltre 60 anni di carriera Gualtiero Marchesi ha reinventato l’idea di cucina per costruire una alchimia di sapori in continua evoluzione intorno a tre concetti cardine: la semplicità (che è poi la vera maestria, l’equilibrio tra materia e forma, in cucina e ai fornelli); la totalità (perché si mangia con tutti i sensi, e la mise en scène è fondamentale); e la ricreazione (perché il cibo è un piacere per il corpo, la mente e il cuore).

È al suo esempio che si rifanno molti dei nuovi Chef emergenti dello scenario mondiale, continuando a mettere in pratica quella amalgama perfetta di irriverenza e rigore che è da sempre la ricetta del suo successo, l’ingrediente segreto che da anni seduce i palati più raffinati.